MODELLISMO | Acme consegna lo stupendo ed inedito Postale Tipo 1913 a cassa in legno

Nella settimana tra “Pasqua” e la “Festa del 25 Aprile” Acme ha consegnato uno dei modelli annunciati gli scorsi mesi e presentati qualche settimana fa anche da noi di Binari e Dintorni. Si tratta dell’inedito Postale Tipo 1913 a cassa in legno. Un ben fatto modello in scala H0 1:87 in versione grigio ardesia, numerato UI 1050, con logo FS a televisore e ambientato per l’epoca IV (Articolo 51152). 

Riproduzione accurata di tantissimi particolari, dai carrelli Tipo AA, ai numerosi mancorrenti, i mantici di intercomunicazione, e la minuziosa riproduzione della cassetta per l’inserimento della posta, presente su una fiancata. Ottima la livrea, ben riprodotte le scritte che collocano il modello con sede presso Venezia Santa Lucia, nel periodo tra la fine degli anni settanta ed il 1981, data di revisione ciclica del rotabile. Ben fatto anche l’imperiale in argento con la riproduzione fedele dei tre aeratori.

In una foto di Cherubini un Postale Tipo 1913 staziona ad Asti nei primi anni del 1970

UN PO’ DI STORIA – Postali a cassa in legno ordinati nel 1913 ed entrati realmente in servizio dal 1914: in tutto furono realizzati 50 pezzi, con numerazione UIz da 49.200 a 49.249, poi rinumerati dal 1933 Uz 1050 (il modello riprodotto) – 1097. La loro costruzione fu affidata a Breda, Diatto ed Elettroferroviarie ed erano dotati di Carrelli Tipo A oppure AA: la numero 1050 faceva parte del lotto di rotabili con carrelli Tipo AA. Riscaldati con impianto Haag, più sussidiario con stufa a carbone, furono dotati di condotta RE dagli anni cinquanta, con illuminazione elettrica ad accumulatori e di riserva a lumino di paraffina, e con freno automatico Tipo Westinghouse. Erano stati marcati Uz nonostante la presenza di intercomunicazione con mantice, ma negli ultimi anni di esercizio alcuni furono marcati UI, proprio come questo modello che ha riprodotto Acme.