NOVITA’ MODELLISMO | Ma che spettacolo la E646 033 e la E645 002 di Rivarossi.

Ancora due grandi modelli consegnati da Rivarossi e ancora un successo per lo storico marchio italiano. Nei giorni scorsi sono stati consegnati nei negozi di modellismo, e secondo fonti molto attendibili hanno avuto un grande riscontro, due nuovi modelli attesi da tutti gli appassionati. Si tratta del locomotore elettrico E.646 033 (Articolo HR2739 e HR2739S con decoder sound): si tratta di una E.646 di prima serie, nella livrea castano/isabella e, novità assoluta per la scala H0 1:87, con pantografi 42RL strisciante curvo, ambientata in epoca III.

Nella realtà questa macchina, costruita nel 1959, aveva un rapporto 21/68 ed era in carico al Deposito di Napoli Smistamento. Realizzata per il traino di treni merci pesanti, nel lotto composto dalle E.646 021 fino alla E.646 035. Tra il giugno del 1961 ed l’aprile del 1962 è stata numerata E.646 213, per poi essere numerata in modo definitivo da aprile 1962 come E.645 013. Pertanto questa macchina ha avuto la numerazione E.646 033 per solo un anno da quando è stata costruita.

Rodiggio Bo’ Bo’ Bo’, dotata di 6 motori doppi tipo 82-333 FS, con anticabraggio elettrico e senza freno di velocità (Costruttore TIBB).

E.646 033 | Estate 1960 – Reggio Calabria (Collezione FS)

Come possiamo vedere nella foto qui sopra (Collezione FS) la macchina è fotografata alla stazione di Reggio Calabria in partenza alla testa di un treno espresso composto da vetture svizzere ed italiane diretto oltre confine. E’ l’estate del 1960.

Qui di seguito una galleria fotografica del modello realizzato da Rivarossi.

L’altro nuovo modello consegnato è la E.645 002. Si tratta del locomotore elettrico E.645 002 prima serie, livrea castano/isabella, pantografi 52 delle FS epoca III-IV (Articolo HR2741S con decoder sound). Questa macchina al vero è stata realizzata nel 1959 e classificata E.646 022, appositamente per il traino di treni merci pesanti (Rapporto 21/68), consegnata alle Ferrovie dello Stato nel mese di Ottobre 1959. Tra il mese di giugno 1961 e il mese di marzo 1962 è stata riclassificata come E.646 202, per poi essere classificata definitamente come E.645 oo2 dal maggio 1962. Come per la E.646 033 di cui vi abbiamo descritto sopra, questa macchina fa parte di un lotto di 15 macchine, con rodiggio Bo’ Bo’ Bo’ con 6 motori doppi tipo 82-333 FS. Realizzata da CGE-OM.

E.645 002 | A Benevento negli anni sessanta (Foto FS – Collezione Voltan)

Qui sopra un primo piano del frontale della E.645 002, nella seconda metà degli anni sessanta, fotografata a Benevento (Foto FS – Collezione Voltan). Di seguito pubblichiamo una galleria fotografica del modello realizzato da Rivarossi.