L’EVENTO | La “Transiberiana d’Italia” festeggia i 120 anni di vita!

Lunedì 18 settembre 2017 la ferrovia Sulmona-Isernia ha compiuto ufficialmente 120 anni. Era il lontano 18 settembre 1897 quando le due cittadine e i due versanti delle montagne dell’appennino abruzzese e molisano furono unite dallo sbuffare delle vaporiere.
Ecco il post rilasciato su Facebook dall’Associazione “Le Rotaie”: “Stanchi ma ebbri di gioia, abbiamo ancora negli occhi le meravigliose immagini di questa tre giorni, una grande festa realizzata con la passione e la volontà di tutti, per regalare ai tanti viaggiatori e turisti una celebrazione degna di questa stupendo patrimonio del nostro Paese.
Un ringraziamento di vero cuore alla Fondazione FS Italiane, allo stesso tempo custode ed innovatrice di una antica e di una nuova era delle ferrovie in Italia, alla caparbia volontà ed impeccabile organizzazione del Comune di Roccaraso, luogo simbolo della tratta che ha dato i natali al Barone Andrea Angeloni, ideatore e promotore della realizzazione della tratta nella seconda metà dell’800. Come soci LeRotaie ci teniamo poi ad una menzione davvero speciale, per un infaticabile amico della Transiberiana d’Italia, una persona che dà tutto ed oltre e che è presente da anni in prima linea ma lontano dai riflettori: il capotreno Marcello D’Amico, che ha fortemente voluto che ci fosse un monumento celebrativo come segno tangibile a futura memoria di questi 120 anni nella stazione di Campo di Giove!
Ed ora o anche più tardi in una pausa, mettetevi comodi e gustatevi in alta definizione le stupende riprese girate in questi tre giorni di treni storici da Abruzzo Nascosto – Paesi Del Sangro. Durante la giornata pubblicheremo un nostro piccolo album di foto della tre giorni di festeggiamenti.
W LA FERROVIA SULMONA-ISERNIA, 120 DI QUESTI ANNI!”. Transiberiana d’Italia: foto di Andrea De Berti da Facebook “Le Rotaie”

 

Di seguito il video postato sul canale YouTube

 

Transiberiana Italia 17set2017
Foto di Andrea De Berti Gr.940 041 sul viadotto di Cansano (17.09.2017) – Fonte: Associazione Le Rotaie